pic-13

Pedodonzia – I denti da 0 a 1 anno

E’ facile accorgersi del momento in cui sta per spuntare il primo dentinoperché si forma un lieve rigonfiamento biancastro sulla gengiva.
I sintomi più comuni della dentizione sono:
• irritabilità;
• aumento della salivazione.
Non attribuite altri malesseri del bambino alla dentizione, poiché è una credenza ormai superata che essa possa causare: febbre, diarrea, vomito, convulsioni, eruzioni cutanee o perdita dell’appetito.

Per aiutare il bambino a sopportare meglio i fastidi causati dai primi denti, si può ricorrere ad alcuni accorgimenti:
• dategli qualcosa di duro da masticare (come una carota cruda);
• passategli delicatamente il mignolo sulle gengive: può dargli grande sollievo.
Non usate gel contenenti anestetici locali poiché hanno solo un effetto momentaneo e possono causare allergie. Non usate polveri o altri farmaci specifici per la dentizione. Il bambino ha ancora molti denti da mettere e se lo abituate all’uso regolare di questi preparati, rischiate di fargli prendere troppi medicinali, molti dei quali sono inutili e possono causare effetti collaterali.

Ricordatevi che gli anelli da dentizione pieni d’acqua, se messi nel freezer, si congelano. Il loro uso sconsiderato, in questo caso, può provocare il congelamento delle gengive del piccolo.
Gli anelli sono invece perfettamente sicuri e ottimi per rinfrescare la bocca se vengono conservati semplicemente in frigorifero.

Quando il bambino avrà messo quasi tutti i denti, dovrete abituarlo a lavarli tutti i giorni.
Il modo migliore per cominciare è quello di mostrare al piccolo come si fa, lavandoveli il più possibile in sua presenza. È molto probabile che il bambino desideri imitare l’adulto e cerchi di fare gli stessi movimenti. Bisogna fare in modo che tutto si svolga come un gioco.

Per un’igiene più accurata, prendete una garza e spalmatevi un po’ di dentifricio e strofinatela con delicatezza sulle gengive e sui denti del bambino. La pulizia delle gengive è fondamentale anche se al bambino non sono ancora spuntati i denti, in quanto permette di eliminare i batteri responsabili della formazione di placca e prepara nel modo migliore la bocca alla dentizione. Usate sempre undentifricio a base di fluoro ed evitate i prodotti specifici per i bambini che contengono spesso dolcificanti.

I tre fattori fondamentali nella cura dei denti di un bambino sono:
• una dieta a basso contenuto di zuccheri;
• una buona igiene dentale;
• regolari controlli dentistici.
Uno dei modi migliori per curare sin dall’inizio i denti, è quello di limitare la presenza di cibi ricchi di zucchero nella dieta.
Lo zucchero, sia esso raffinato o meno, è il maggior responsabile della carie dentale.
Non lasciate mai un biberon pieno di latte o di altra bevanda zuccherata da bere a suo piacimento perché, in questo modo, egli immetterà continuamente nel cavo orale un liquido dolce che favorirà la formazione di carie. La dieta del bambino dovrà essere invecericca di calcio e vitamina D, due elementi fondamentali per una corretta formazione dei denti permanenti che si preparano già a spuntare dall’osso mascellare.